domenica 29 aprile 2012

Viola Sororia

Molte volte si parla dell'utilizzo di diverse piante per tappezzare la base degli arbusti. Un esempio che vorrei far notare, che in diverse situazioni trovo molto interessante, è l'inserimento di viole, in questo caso sotto le rose. La specie usata, visibile nelle prime due immagini è la Viola Sororia, molto vigorosa, instancabile colonizzatrice, in piena fioritura il mese di aprile.

Un'altra situazione rende bene l'idea del potenziale di questa viola. Nelle immagini è visibile il tappeto di fiori offerto dalla Viola Sororia 'Frekels' che si distingue dalla precedente da una minuscola e fitta punteggiatura sui petali. Oltre a propagarsi tramite stoloni si dissemina molto facilmente sia nell'erba che sul terreno nudo.



5 commenti:

Mattia Il Giardinere ha detto...

che belle foto!!!
andate a leggere:
http://appuntiverdi.blogspot.it/
MattiaIlGiardiniere

Marta nell'orto ha detto...

Ho letto che c'è chi preferisce lasciare la base delle rose libera da piante, perchè questa sia aerata e non soggetta a malattie. E' vero o vale solo per alcuni esemplari? grazie in anticipo per la risposta. Marta

aboutgarden ha detto...

adoro tutte le viole, possiedo Sororia 'Frekels' e l'altrettanto bella rubra, ma non ho mai avuto il piacere di assistere al loro lavoro di tapezzanti, da me purtroppo niente infesta, ogni pezzetto verde o colorato che sia è duramente conquistato.
invidio il bellissimo tappeto ritratto nella tua foto!
simonetta

signore delle rose ha detto...

So che molti coltivano le proprie rose, ma anche altre piante, su terreno praticamente nudo e per ottenere questo bisogna intervenire frequentemente con impegnative pulizie manuali o meccaniche oppure c'è l'alternativa dei diserbanti. Sono contrari a questi sistemi perchè impediscono di realizzare quella che è, ormai riconosciuta da più parti, come la consociazione attiva fra piante diverse ovvero le piante aiutano le piante. Da alcuni anni inserisco non solo le viole sotto i miei rosai ma anche bulbose, primule, nigelle e via discorrendo. Ottengo così fioriture in momenti in cui non ci sono i fiori delle rose e altro obiettivo importante, il terreno rimane coperto e fresco senza bisogno di irrigazione. Per quel che riguarda le malattie, noto che tali coperture non hanno nessun influsso anzi i rosai traggono giovamento. Logicamente non si effettuano zappettature che per quanto meticolose possono essere causa di lesioni alle radici superciali con logiche infezioni.

lucrezia ha detto...

ho il giardino infestato da queste viole ..
mi do' da fare estirpandole perchè pensavo portassero discapito ad altre piante . sopratutto sotto gli arbusti di rosa ,
leggendo questi commenti invece evinco che queste viole portano benefici? alle rose e agli arbusti? di rosa