lunedì 30 gennaio 2006

Felci arboree: Dicksonia antarctica

La valletta delle felci di Villa Taranto.
Uno splendido giardino botanico da visitare.

8 commenti:

Chandira ha detto...

I miss summer!

Carol ha detto...

Great pictures!

Anna ha detto...

Beautiful. I wish I had those kind of trees in my yard!

Anonimo ha detto...

Ciao, sapaete dirmi se in Italia ci sono vivai specializzati nelle felci (arboree e non) ?
Io abito a Bologna
Grazie e ciao a tutti
Giulio

renato ha detto...

Ciao Giulio,
Se apri "un giardiniere scrive", in alto a destra, troverai nella pagina vivaio una collezione di felci rustiche, tutte resistenti agli inverni italiani.
Le felci arboree sono invece sensibili al freddo. Quelle della foto sono in vaso, ogni anno con il sopraggiugere della stagione fredda vengono ritirate.

Anonimo ha detto...

Mi permetto di dissentire. Ho due esemplari di DIcksonia Antartica che vivono in giardino esposti a nord, zona di semi obra, in provincia di Verona, in Pianura Padana. Hanno tranquillamente sopportato temperature di -8°C senza danni alle fronde.
Noto che in Italia molti appassionati hanno paura a sperimentare.
Una Dicksonia formata, sopporta tranquillamente oltre -10.
Le mie hanno 40 cm di tronco ed una chioma di circa 1mt di diamtro.

Ciao,

G

Renato Ronco ha detto...

Gradirei mettermi in contatto con te per parlare della tua esperienza sulle dickinsonie.

ronco.renato@libero.it
Renato

giuseppe ridulfo ha detto...

Anch'io abito in provoncia di verona e quest'anno tento di lasciarla fuori. Anni fa ne avevo un'altra che avevo ricoverata in serra ma è morta, troppo secco, troppo freddo?