domenica 14 marzo 2010

Blush Noisette


Rosa ottenuta da Philippe Noisette nel 1814 e dipinta da Redoutè con il nome di Rosa Indica var. noisettiana. L'arbusto, come si vede dall'immagine, è folto e ramificato e porta grappoli di fiori dal profumo leggero e delicato. E' una rosa dotata di una buona rifiorenza.

4 commenti:

Niki ha detto...

Ciao. approfitto della tua competenza. Ecco le caratteristiche della mia casa, puoi consigliarmi almeno una rosa che possa vivere in queste condizioni? Non vorrei andare per tentativi e vederle morire per incapacità.
Viviamo in una località a 700 mt di altezza. La mia casa ha il sud alle spalle e la montagna con annesso fitto bosco, ragion per cui, il sole in giardino arriva da fine marzo a inizio settembre, quando il sole è più alto. E' una zona con molta umidità, con temperature fresche in estate e di -10 in inverno. Ci sono molte gelate e nevica spesso. Qui prosperano le tipiche piante di questo clima: ortensie, camelie ecc. C'è speranza per qualche rosa? Qui c'è solo quella canina.

Anonimo ha detto...

Good post and this post helped me alot in my college assignement. Say thank you you seeking your information.

signore delle rose ha detto...

Carissima Niki mi pare di capire che l'ambiente è difficile e coltivare delle rose è una sfida. Ci sono comunque rose veramente rustiche e tolleranti climi rigidi. Proporrei di piantare rose del gruppo delle galliche, alba, damascena e centifolia che sono le nostre rose antiche, non hanno la rifiorenza ma sono dotate di grande profumo e di bellissimi fiori che una volta stabilizzate nella loro dimora possono anche pollonare colonizzando una vasta area.
Qualche nome: Charles de Mills, Complicata (ibride di gallica).
Great Maiden's Blush, Felicite Parmentier (ibride di alba).
Celsiana, Ispahan (ibride damascena).
Fantin Latour, Village Maid (centifolie).
Ti consiglio di visitare il sito
www.vivaiolacampanella.com
Se vuoi altri suggerimenti contattami direttamente.

Niki ha detto...

Grazie per i consigli.