venerdì 27 marzo 2009

In salotto con i giardinieri

Gli splendidi giardini del Lago Maggiore il 18-19-20 aprile vedranno un incontro speciale per gli appassionati di piante.
Marina Biasutti, responsabile per le visite ai giardini del neonato Circolo Amici in Giardino che raggruppa appassionati del nord/est dell’Italia, mi aveva chiesto se potevo organizzare una visita, e ho pensato ad un qualcosa di diverso dal solito.
Dove è giusto incontrare i giardinieri, per scambiare opinioni, per chiedere consigli? Non può esserci posto migliore di un giardino.
Ho riunito così un gruppo di persone con una solida storia professionale alle spalle ed esperienze diverse e organizzato un “salotto con i giardinieri”, che non solo accompagneranno i visitatori nei parchi storici più importanti del Lago Maggiore - e grazie a Dante Invernizzi si apriranno anche i cancelli di giardini privati - ma durante e dopo le cene conviviali continueranno gli scambi di esperienze in un’atmosfera famigliare.
In particolare ci saranno Franco Giustina, curatore dei Giardini Borromeo e Franco Carretti curatore di Villa Taranto ma anche personaggi con elevata professionalità, e grande esperienza alle spalle come Alessandro Corbellini.
Penso che quando una persona in conferenza parla delle sue conoscenze, per quanto possano essere interessanti i suoi argomenti, non potranno essere coinvolgenti per tutti.
Così è nata l’idea del salotto con i giardinieri, dove ogni partecipante potrà dialogare, a sua scelta, con diverse persone, si potranno formare gruppetti interscambiabili in base agli argomenti che più interessano a ciascuno.

6 commenti:

taro ha detto...

Caro Renato, molto interessante! Sarebbe piaciuto anche a me, anche solo assistere ai vostri dibattiti botanici.

Mrs Hide ha detto...

Caro Renato,

peccato che iniziative come queste non si possano fare tutti i mesi dell'anno e che non vi possano partecipare tutti i membri di un'associazione o circolo che dir si voglia e che perciò ci si debba acoontantare delle conferenze...

giuliana ha detto...

caro renato, grazie per avermi dato l'opportunità di partecipare, anche se solo in parte.
Ho ascoltato, imparato, e se per caso ce n'era bisogno, mi sono resa conto dei miei limiti!
un saluto a tutti, e spero arrivederci a tutti!

taro ha detto...

...e il prossimo anno? Si convertirà questa interessantissima iniziativa in un appuntamento annuale?

Anonimo ha detto...

Caro Renato,grazie di cuore per averci fatto passare 3 giorni immersi nel verde di splendidi giardini con accompagnatori d'eccezione e per aver fatto paicevolmente "salotto" assieme a noi.Sono tornata a casa più ricca di immagini e di conoscenze..mi è sembrato di imparare qualcosa sul meraviglioso mondo delle piante solo standovi vicino.
Un grazie particolare a Dante Invernizzi che ci ha pazientemente guidato alla scoperta di tesori altrimenti inaccessibili.
Adesso però aspettiamo voi,per farvi vedere qualche giardinetto del Friuli-Venezia Giulia..magari a settembre o la primavera prossima..un caro saluto a tutti.Marina

signoredellerose ha detto...

Giardinando verso ovest


Sono stati giorni intensi quelli che abbiamo trascorso sulle rive del lago Maggiore, per noi, una ventina di appassionati giardinieri del Circolo di Giardinaggio “Amici in Giardino” del Friuli, due guide eccezionali come Renato Ronco e Dante Invernizzi.
Grazie a loro abbiamo visitato giardini di grande interesse e conosciuto giardinieri di grande valore e altri appassionati del verde come noi.
Anche le serate sono state piene, Renato ci ha introdotto nel mondo degli aceri, uno dei suoi più grandi interessi. Purtroppo la visita al suo vivaio, a Torino, è saltata per colpa del maltempo.
Dante Invernizzi si è rivelato una fonte inesauribile di sapienza botanica, conoscenza del territorio, dei personaggi che hanno fatto la storia dei giardini che si affacciano sul lago, ci ha intrattenuto con conferenze e immagini di piante rare e fiori incredibili.
Terra di grandi giardini quella attorno al lago Maggiore che ha dato vita a grandi giardinieri, su di loro grava, almeno in parte, il compito di mantenere nel tempo questi tesori della natura, a noi appassionati di queste opere d’arte viventi, il compito di farle conoscere e amare.
Un sentito ringraziamento a Renato Ronco e Dante Invernizzi che ci hanno dedicato il loro prezioso tempo in questa nostra avventura “giardinesca”, facendoci conoscere persone come Franco Carretti di Villa Taranto, Gianfranco Giustina durante la visita all’Isola Madre, Alessandro Corbellini grande appassionato di rose, la signora titolare del vivaio “La Margotta”, appassionata di camelie antiche, Giuliana Vormola di “Vivere il Verde” ed altri amici di Renato dei quali non ricordo i nomi.
Un saluto a tutti a nome mio e del Circolo di Giardinaggio del FVG “Amici in Giardino”
Romeo Comunello