mercoledì 4 luglio 2012

Montenegro

Tempo di vacanze 
Paese poco conosciuto per i vacanzieri il Montenegro. Ci sono stato un paio di anni fa, e voglio condividere alcune fotografie sul blog.
È stato un viaggio splendido per me, per la natura che ho potuto vedere. Non amo le vacanze balneari. Al mare preferisco i laghi, i fiumi, le montagne, e ho trovato tutto. Non mancava certo il mare, dove di solito si fermano i turisti.
Pochi sanno che la moneta ufficiale del Montenegro è l’euro.
Un paese con enormi possibilità di sviluppo turistico; temo non ne siano all’altezza gli investitori.
La storia ci lega con questo piccolo stato di gente fiera, Elena del Montenegro, figlia di re Nicola I del Montenegro e di Milena Vukotić , sposando Vittorio Emanuele III diventò la seconda regina d'Italia e madre di Umberto II. Amava i ciclamini; nella mie breve vacanza ho potuto vedere splendide fioriture di ciclamini selvatici ai bordi della strada nella penisola di Kotor.
Ora la capitale è  Podgorica  prima era Cetinje, poco più di un paese tra le montagne.
Discesa da Cetinje a Kotar
Discesa da Cetinje a Kotar
I ciclamini della Regina Elena
Fiume Boiana sul confine albanese
Isole di San Giorgio e della Madonna dello Scalpello, di fronte a Perast
Lago Scutari


Rijeka Crnojevica
Sveti Stefan
Guardava il panorama...

Vicino  Ulcinj

5 commenti:

marcella ha detto...

Mia nonna era istriana, un tempo Yugoslavia, e viveva in un paesino di mare chiamato Lovran; i suoi vicini di casa, venivano dal Montenegro (anch’esso paese della ex Yugoslavia) ed erano considerati i “terroni” dei Balcani. Erano musulmani e tenevano le scarpe fuori della porta di casa, piena di tappeti; le donne giravano con certi grembiuloni neri sopra lunghe sottane portate alla caviglia ed avevano il capo coperto da un fazzolettone a fiori. Scuri di carnagione erano discriminati dai popoli slavi. A me invece facevano simpatia perché io da siciliana a buon diritto potevo considerarmi a tutti gli effetti “terrona” come loro. Dalle tue foto capisco che nostalgia dovevano avere delle loro magnifiche montagne.
Grazie per avermi dato questo sprazzo di ricordo.

taro ha detto...

È un paesaggio completamente diverso da tutti quelli conosciuti. Colline rocciose ma verdi allo stesso tempo e case con giardini inconsueti, lunghi e stretti. Belle anche le isolette piatte. Deve essere stato proprio un bel viaggio. Che voglia di fare vancanze...

Renato Ronco ha detto...

Marcella,
dovresti andare a fare un giro.
Ho aggiunto ancora qualche foto.
Probabilmente i vicini di casa delle nonna provenivano dal sud del Montenegro, dove è più forte la presenza mussulmana.

uitanubi ha detto...

Renato, abbi pietà di chi passerà l'estate in Pianura Padana. Almeno allunga un po' il reportage: è una fase R.E.M troppo breve, questa!

Renato Ronco ha detto...

Purtroppo non ho tempo per allungare il reportage. Non ne ho neanche per le ferie, che passerò a fare innesti. Se vuoi fare qualche domanda (su alberghi , strade, la gente, ecc.) vedrò di rispondere.